Sicurezza informatica:
l'analisi dei rischi

tempo di lettura

2 minuti

Tipologia contenuto:

sicurezza informatica

Condividi su:

L’ANALISI DEI RISCHI È UNA RELAZIONE DI RISCHI, MALFUNZIONAMENTI E STATO DEI COMPONENTI DEL SISTEMA INFORMATICO FONDAMENTALE PER LA SICUREZZA, LA CORRETTA PRODUTTIVITÀ E L'OPEROSITÀ DI UN'ATTIVITÀ

Il come:

L’analisi dei rischi si propone come una mappa completa della struttura informatica di un’azienda che comprende tutti gli strumenti informatici in uso (hardware e software) come:

  • Personal computer / Notebook / dispositivi mobile
  • Stampanti, fotocopiatrici, plotter e stampanti 3D
  • Centralini voip o tradizionali
  • Apparati server, di backup e/o cloud
  • Apparati per la stabilizzazione della gestione energetica
  • Struttura delle reti cablate, wifi o miste
  • Sistemi di sicurezza e video sorveglianza
  • Comparto software presenti e in uso.

(Viene indicata anche la loro configurazione, locazione e impatto ambientale).

In seguito all’analisi viene redatta una relazione che a seconda delle dimensioni dell’azienda viene presentata al cliente in un tempo che va dalle 6 ore, ai 5 giorni lavorativi per piccole e medie imprese e 7 giorni per le grandi società.

Il perché:

L’analisi dei rischi è fondamentale per avere sempre un occhio attento alle criticità delle macchine e del sistema informatico in uso che possono impattare sulla produttività dell’azienda, sugli strumenti informatici in uso e sul rapporto con i clienti: malfunzionamenti, interruzioni dei servizi (cassa, gestionale, posta elettronica, impianti collegati alla rete o a qualsiasi pc), perdita o furto dei dati possono, infatti, portare ad una perdita di profitti, rallentamenti nell’ operatività e disagi con la clientela.

Per questi e altri motivi che vengono riportati nelle conclusioni di ogni analisi, è importante che chi gestisce l’azienda e chi ci lavora, conosca i rischi di una non corretta manutenzione e mantenimento dei dispositivi, del mancato aggiornamento o della totale assenza di software di sicurezza che proteggano da virus e attacchi da parte di hackers, della non corretta configurazione/controllo o della totale assenza di apparati e software in grado di salvare una o più copie dei dati sensibili della azienda.

Ultimo ma non per importanza, lo stato generale di tutti gli apparati, inteso come:

  • aggiornamenti,
  • compatibilità con le nuove tecnologie,
  • degrado dei componenti,
  • spazio disponibile per lavorazione dati nei pc e negli apparati preposti ai servizi di server,
  • cloud e backup.

In conclusione

Potremmo considerare l’analisi dei rischi come un manuale d’uso che non solo supporta l’azienda nella scelta e nel mantenimento degli strumenti di lavoro;

ma può anche essere utilizzato per creare un percorso di crescita che consentirà all’azienda di evolversi negli anni.

Questo articolo è stato scritto da:

Adriano Izzo

Scopri di più sui nostri servizi di assistenza tecnico-informatica

Hai bisogno di assistenza tecnica?

Per prenotazioni o informazioni
mettiti in contatto con noi.